“Qualcuno con cui correre” – di David Grossman

Autore: David Grossman
Genere: Romanzo di formazione
Anno di pubblicazione: 2019
Casa editrice: Mondadori
Traduzione: Alessandra Shomroni
Illustrazioni: Fabian Negrin

C’è un momento in cui si compie un piccolo passo, si devia di un millimetro dalla solita via,a quel punto si è costretti a posare anche un secondo piede e d’un tratto si finisce su un percorso sconosciuto.

Ambientata a Gerusalemme, questa storia vede come protagonisti le vite di due adolescenti che senza saperlo sono destinate ad incrociarsi.

Da una parte Assaf, che attraverso un lavoretto estivo al municipio si ritrova coinvolto nella missione di dover restituire un cane alla sua padrona e dall’altra Tamar, colei che Assaf sta disperatamente cercando, che mette in atto un piano accurato ed ingegnoso per portare in salvo il fratello tossicodipendente da un circolo criminale in cui adolescenti dotati di un talento artistico vengono sfruttati per gli interessi illegali del temibile padrone Pessah.

E così Assaf, che viene letteralmente trascinato per le strade di Gerusalemme dal cane Dinka, si affida totalmente al suo istinto e senza accorgersene si ritrova ad indagare sull’esistenza di questa misteriosa fanciulla, di cui inizia a conoscerne i segreti più nascosti capendo poco a poco che un’aura oscura e violenta si aggira intorno alla sua esistenza.

Nonostante questo però la sua corsa non si ferma, sente che si sta addentrando in un terreno sconosciuto e pericoloso ma allo stesso tempo si scopre attratto da lei e dalla sua storia, al punto di sentirsi quasi in dovere di portarla in salvo.

Durante la sua corsa sfrenata incontrerà diversi personaggi vicini a Tamar tra cui Teodora, monaca di clausura di origini greche dai modi accoglienti ma un po’ bizzarri, che attraverso i suoi occhi permetterà ad Assaf di conoscere Tamar in alcune delle sue più profonde sfaccettature.

Tamar nel frattempo, esibendosi per strada cantando, individua la banda criminale di Pessah e dopo essersi fatta reclutare senza svelare la sua identità, riesce nell’impresa disperata di portare via il fratello Shay, chitarrista di straordinario talento, trovando rifugio in una grotta dove finalmente incontrerà Assaf e la dolce Dinka.

Diversi i temi che vengono toccati, dall’amore all’amicizia, dai rapporti genitori-figli alla droga, dalle incomprensioni ai timori tipici della fase adolescenziale, alcuni dei valori essenziali nella vita di ognuno di noi che l’autore porta alla luce senza forzature e con estrema delicatezza.

Originale nei contenuti e con una trama avvincente, personalmente l’ho trovato piuttosto lento a decollare nella parte iniziale, si riprende all’incirca verso la metà dove di getto ti proietta nel fulcro della storia e a quel punto non ti resta che rimanere incollato alle pagine per capire come andrà a finire.

Veronica

David Grossman, di origini Israeliane, è considerato tra i più grandi scrittori e romanzieri contemporanei, noto per il suo stile semplice ed avvincente. Tra i suoi libri di maggior successo vanno ricordati, “Qualcuno con cui correre” (edizione originale pubblicata nel 2000) e “Ci sono bambini a zig zag”, storie che a primo impatto possono sembrare destinate ad un pubblico adolescenziale, ma in realtà toccano temi profondi e universali adatti anche ad un pubblico adulto.

Classificazione: 3 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...